Per quanto allattare

Per quanto tempo allattare il proprio neonato è da sempre oggetto di molte discussioni sia in ambito scientifico che familiare.

Se si conoscono molto bene gli effetti positivi dell’allattamento al seno rispetto a quello a base di latte artificiale, oggi possiamo dire di conoscere anche il numero di mesi ottimali, almeno quando parliamo di solo allattamento al seno.

Esistono correnti di pensiero che considerano migliore l’allattare al seno accompagnato con altre integrazioni sia liquide che solide, pratica utilizzata ancora in moltissime comunità e paesi.

Oggi però studi scientifici hanno messo a confronto diverse tipologie di nutrizione infantile come casi di solo allattamento al seno per sei mesi o di solo allattamento al seno per 3-4 mesi con l’aggiunta di cibi liquidi e solidi nei mesi successivi (per integrare l’allattamento al seno).

Si sono prese in considerazione termini di paragone come il tasso di crescita dei bambini, l’aumento di peso e di lunghezza, la salute del bambino e quella della madre, tutti parametri molto importanti che destano le maggiori preoccupazione nei nuovi genitori che vogliono sempre il meglio per i loro figli.

Si sono ottenuti risultati soddisfacenti sia negli studi riguardanti i paesi sviluppati che quelli in via di sviluppo, osservando che nei bambini che venivano allattati per sei mesi solo al seno materno non venivano riscontrati problemi di malnutrizione o di peso o di grandezza, anzi in generale si notarono per esempio meno episodi di infezioni gastrointestinali e le madri godevano di un periodo più lungo senza mestruazioni e di una perdita di peso più rapida dopo il parto.

Viste queste considerazioni e la mancanza sostanziale di effetti collaterali collegati alla sana crescita del bambino, l’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) consiglia di continuare l’allattamento esclusivo al seno per i primi sei mesi di vita del neonato, sia che si tratti di un paese emergente che di uno già sviluppato.

Come abbiamo visto non ci sono dubbi su quanto debba continuare l’allattamento al seno, ma poi?

Non ho trovato la risposta su nessuno studio scientifico, ma in generale si tende a cominciare lo svezzamento con l’introduzione di cibi liquidi e solidi.

In base alle esigenze del momento di mamma e bambino, se trovano piacere, possono continuare ad allattare per ancora qualche mese (attenzione ai dentini se doveste prolungare per molti mesi).

Studi scientifici utilizzati: Optimal duration of exclusive breastfeedingEarly additional food and fluids for healthy breastfed full-term infantsThe optimal duration of exclusive breastfeeding: a systematic review.

Potrebbero interessarti anche altri articoli come: allattamento al seno: consigli utili per le neomammaAllattamento e dieta: l’alimentazione per le mamme che allattano

Se ti è piaciuto l'articolo, ti sarei grato se lo dimostrassi con un semplice mi piace su Facebook (clicca qui sotto) Grazie!

Fino a quando continuare l’allattamento al seno materno

dott. Filippo Tartaglini | Physioness.com

Autore degli articoli pubblicati su ioBenessere.it è laureato magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, Diplomato Massoterapista, creatore del metodo Reflessage.