Gastrite cause

La gastrite abbiamo visto più volte essere una infiammazione della parete gastrica che può presentarsi in maniera acuta, ma che in molti casi tende a cronicizzare.

La maggior parte delle cause che portano alla gastrite in genere sono da ricercare nel nostro stile di vita quotidiano: alimentazione, fumo, alcol, farmaci, respirazione, attività fisica sono solo alcuni dei punti caldi che andremo a trattare e che sono ritenuti come fattori di rischio per la gastrite.

Alimentazione scorretta

Sicuramente la prima causa che porta al classico bruciore di stomaco o reflusso gastroesofageo è l’alimentazione scorretta, e nel particolare troviamo per esempio:

  • mangiare troppi cibi acidificanti e di lenta digestione
  • avere un apporto di macronutrienti e calorico squilibrato
  • mangiare troppo velocemente e cibi spazzatura (fast food in primis)
  • mangiare non regolare e con tempistiche sbagliate
  • saltare la colazione
  • mangiare troppo a cena

Cattive abitudini

Le cattive abitudini si sa sono dure a morire, ma è da tenere presente che molte di esse possono essere al causa o concausa dei vostri sintomi dovuti alla gastrite:

  • fumare è sicuramente una delle cause principali che provoca gastrite, oltre ad altri disturbi ai polmoni
  • un bicchiere di vino rosso buono non si toglie a nessuno, ma l’abuso di alcol può portarvi a quelle fastidiose sensazioni gastriche, oltre che portarvi a molti altri problemi
  • una mancanza di attività fisica e la sedentarietà possono impedire il corretto movimento del sistema digerente (peristalsi intestinale e movimenti gastrici), specialmente lo stare seduti per troppo tempo al giorno
  • l’uso e l’abuso di farmaci può portare a dolori di stomaco in modo diretto (come per esempio con l’aspirina) o in modo indiretto (dovuto al lavoro da parte degli organi per smaltirli)

Helycobacter Pylori

Un’altra causa molto importante è la presenza di una quantità anomala di Helycobacter Pylori, un virus abbastanza difficile da trattare con antibiotici molto pesanti; nella mia esperienza ho visto spesso trattare e aiutare persone con questo problema attraverso la riflessologia plantare.

Ansia e stress

Causa di molti malesseri sono sicuramente lo stress e l’emotività.

Nel caso di una gastrite è molto importante considerare entrambi questi fattori in quanto concorrono assieme a creare squilibri nella corretta digestione, vediamo come:

  • lo stress, dovuto alla vita frenetica e a una miriade di altri fattori, causa fisiologicamente un aumento di flusso sanguigno agli arti e in periferia, lasciandone ben poco agli organi e visceri che si trovano a dover lavorare a basso regime e quindi a compromettere il loro corretto funzionamento e quindi il processo digestivo
  • l’ansia, le preoccupazioni (specialemnte se per la famiglia) e l’emotività in generale, oltre ad essere fattori di stress, sono anche direttamente collegati allo stomaco, in psicosomatica (specialmente quando viene preso in considerazione il meridiano energetico dello stomaco) e quindi sono causa di squilibri funzionali (mai sentito dire frasi come “ho un peso sullo stomaco”, “questa cosa proprio non la digerisco”?)

Concludendo

A livello più tecnico possiamo dirvi che il nostro stomaco attraverso la sua mucosa produce succo gastrico, un composto di muco, pepsina e altri enzimi oltre ad un fattore intrinseco che favorisce l’assorbimento della vitamina B12; l’elemento principale di queste secrezione è sicuramente l’acido cloridrico che rende questo succo molto acido e debito alla digestione dei cibi (si pensi al fatto che l’acido cloridrico da solo viene usato normalmente in alcune industrie per sciogliere alcuni metalli).

Lo stomaco produce all’incirca 3 litri di questo succo gastrico al giorno, un liquido come abbiamo visto molto acido, che deve essere utilizzato nel modo più corretto possibile per evitare di andare a compromettere le funzionalità dell’apparato digerente e di altri apparati del nostro corpo in qualche modo legati ad esso.

Tutte le cause della gastrite riportate fino a qui hanno una cosa in comune: aumentano notevolmente il livello di acidità anomala nel nostro corpo e il numero di radicali liberi presenti nel nostro organismo.

Questi due fattori, da non trascurare assolutamente, continuando con uno stile di vita errato, tenderanno sempre di più a rimanere alti anche nelle fasi al di fuori della digestione e ad andare a compromettere la funzionalità di altre parti del corpo, primo tra tutte il corretto assorbimento dei nutrienti da parte dell’intestino.

Articoli di approfondimento sul tema della gastrite:

Cos’è la gastrite

Tutti i sintomi della gastrite

I migliori rimedi e cure per la gastrite, anche cronica

Se ti è piaciuto l'articolo, ti sarei grato se lo dimostrassi con un semplice mi piace su Facebook (clicca qui sotto) Grazie!

Le cause che provocano la gastrite

dr. Filippo Tartaglini

Autore degli articoli pubblicati su ioBenessere.it è laureato magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, Diplomato Massoterapista, creatore del metodo Reflessage.