La mia lampada di sale

Le lampade di sale, specialmente se Himalayano, sono un ottimo rimedio naturale per purificare l’aria da polvere, fumo, ioni e elettromagnetismo.

Svolgono anche un ottimo lavoro cromoterapico andando a rilassare e aumentare la concentrazione.

Sono dei bellissimi elementi di arredo che si adattano a moltissimi stili offrendo anche dei magnifici punti luce.

I pezzi di sale utilizzati per la costruzione sono estratti da blocchi unici di sale derivanti dai massicci montuosi del complesso Himalayano: tali blocchi sono costituiti da salgemma formatasi in più di 250 milioni di anni e con caratteristiche cristalline uniche che rendono il sale rosa Himalayano un vero toccasana anche in cucina.

Benefici

I benefici sono molti e proprio grazie ad essi le lampade di sale stanno riscuotendo molto successo sia in Italia che nel resto del mondo ormai da diversi anni.

Io stesso mi sono deciso a comprarne una e ho verificato personalmente i benefici che queste lampade sono in grado di portare nella vostra casa.

I benefici generalmente derivano dalla combinazione di sale, luce e calore:

Regolazione dell’umidità

Funzionano da deumidificatori naturali: eliminano l’umidità in eccesso in modo efficace, ma proprio per questo motivo è facile trovare in case umide chiazze di acqua salata alla base della lampada stessa che possono rovinare mobili e pavimenti. Ricordatevi di appoggiare la vostra lampada su un piatto o un sottovaso.

Ionizzano l’ambiente

Ionizzare l’aria che ci circonda è molto importante per la salute: immettere ioni negativi nell’aria che respiriamo carica elettrostaticamente tutte le particelle che si trovano in sospensione nell’aria. Polvere, fumo, pollini, batteri, ecc. tenderanno così ad attaccarsi alle pareti o al pavimento invece che svolazzare liberamente ed essere respirati dai vostri polmoni.

Arieggiare sempre

Ok non è un beneficio delle lampade di sale, ma ci tengo a precisare che quanto detto fino ad adesso non vuol dire che potremmo vivere in un bunker: buona norma rimare l’arieggiare almeno una volta al giorno per qualche minuti tutte le stanze della casa, ma le lampade di sale possono fungere da validissimo aiuto contro umidità e particelle in sospensione.

Proteggono dalle radiazione elettromagnetiche

Penso che ognuno di noi in casa abbia almeno un elettrodomestico e un computer, e un cellulare, e una sveglia, e un modem, e un tablet, e… ognuno di questi apparecchi inonda l’ambiente di ioni positivi che secondo recenti ricerche sarebbero causa di malumore, malessere generale, stress eccessivo e mal di testa.

Recenti studi hanno messo l’accento anche su uno spiccato aumento di radicali liberi in quelle persone molto esposte a campi elettromagnetici. I radicali liberi sono la causa principale dell’invecchiamento precoce delle cellule del nostro corpo.

Grazie al loro potere ionizzante le lampade di sale, tenute vicino agli apparecchi che emettono queste radiazioni, riescono a riequilibrare questi scompensi elettromagnetici.

Cromoterapia

Non a tutti è noto, ma la cromoterapia e l’effetto che i colori hanno su di noi sono un fattore molto importante per la nostra salute: le lampade di sale sono degli ottimi strumenti per sfruttarne le capacità benefiche grazie alla gamma di colori che sono in grado di emanare e che favoriscono rilassamento e concentrazione.

Cosa significa questo per la nostra salute?

  • Prima di tutto una riduzione dell’umidità della casa, con al conseguente diminuzione della possibilità di presenza di muffa, diminuzione di reumatismi ecc.
  • Oltre che per questa sua funzione, fin dall’antichità il sale veniva utilizzato per le sue proprietà purificatrici, equilibratrici e neutralizzanti: il sale porta equilibrio (non esagerate con i condimenti però!).
  • A livello fisico possono aiutare molto il sistema immunitario, sia riequilibrandolo sia andando ad eliminare quei fattori come i campi elettromagnetici o lo stress che possono abbassare le nostre difese.
  • Grazie alla sua capacità di ionizzare l’ambiente è un ottimo rimedio contro allergie e attacchi d’asma: è un toccasana per il nostro sistema respiratorio! (non per niente vanno tanto di moda adesso le grotte di sale)
  • Mettete assieme il potere ionizzante (meno particelle e onde elettromagnetiche), deumidificante e l’effetto cromoterapico delle lampade di sale e otterrete maggiore concentrazione: molto utile durante il lavoro, intense fasi di studio o momenti di meditazione.
  • Vengono spesso consigliate anche in caso di insonnia in quanto sono in grado di conciliare il sonno e permettono un riposo migliore.

Come funzionano?

Le lampade di sale seguono un meccanismo tanto semplice quanto geniale: l’unione del sale sulla superficie che entra in contatto con le micromolecole di acqua presenti nell’ambiente e il calore della lampadina permette il rilascio di ioni cloruro e ioni sodio carichi negativamente.

Tutto questo è in grado di rendere neutra una stanza che prima era carica di ioni positivi, con grossi vantaggi per la salute e il benessere di chi ci vive o ci lavora ogni giorno.

Ovviamente sia l’azione deumidificante sia quella ionizzante sono proporzionali alla grandezza della lampada di sale stessa.

La funzione cromoterapica dipende dalla colorazione stessa della lampada, ma in genere ogni gamma di colore che si può trovare in giro è associata a un benefico effetto sulla persona.

Consigli per un acquisto oculato

Dopo avervi esposto le motivazioni che hanno portato anche me all’acquisto di una lampada di sale, veniamo ora ai consigli per gli acquisti!

  • Il sale migliore dal quale si ricavano le migliori lampade è quello Himalayano, se avete la possibilità verificate l’origine dell’oggetto.
  • Sappiate che esistono lampade di sale di ogni forma: più allungate verso l’alto, più larghe, lavorate a forma di piramide ecc. cercate il posto perfetto per posizionare la vostra lampada di sale e prendete bene le misure.
  • Per coprire una stanza di media grandezza ci vuole una lampada di almeno 8-10kg, quindi evitate di posizionarla su una mensola: molto meglio un mobile che poggi per terra o addirittura sul pavimento.
  • Importante è mettere qualcosa sotto in modo da non rovinare la superficie con la condensa di acqua e sale che si potrebbe formare.
  • Al momento dell’acquisto verificate che il foro della base, in genere in legno, sia incollato ben centrato col buco nel sale: questo vi verrà molto utile se vorrete cambiare lampadina (magari a led o a basso consumo).
  • Sappiate che queste lampade necessitano di rimanere accese almeno 6 ore al giorno: eviterete così l’accumulo di umidità sulla sua superficie e vi garantirete l’effetto benefico tanto desiderato.

Se ti è piaciuto l'articolo, ti sarei grato se lo dimostrassi con un semplice mi piace su Facebook (clicca qui sotto) Grazie!

Lampade di sale: benefici, caratteristiche e guida all’acquisto

dott. Filippo Tartaglini | Physioness.com

Autore degli articoli pubblicati su ioBenessere.it è laureato magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, Diplomato Massoterapista, creatore del metodo Reflessage.