Riflessologia massaggio riflesso

  1. Cos’è la riflessologia
  2. Come funziona
  3. I suoi obiettivi
  4. Un po’ di storia e di testimonianze
  5. Riflessologia, meridiani energetici e chakra
  6. Quando e perché utilizzarla
  7. Chi può essere trattato
  8. I diversi tipi di riflessologia
  9. Un nuovo trattamento, il Reflessage
  10. La mia esperienza come riflessologo

Cos’è la riflessologia

Non tutti probabilmente conosceranno cosa sia e di cosa si occupi la riflessologia.

L’ideale è quindi iniziare da queste nozioni per poi spiegare meglio tutto ciò che gira intorno a questo mondo unico.

La riflessologia è un trattamento speciale, differente da quelli a cui potresti essere abituato, che cerca attraverso l’utilizzo di molte tecniche di massaggio e riflesse di far ritrovare il benessere e la salute in modo naturale.

Rientra nella sfera dei trattamenti alternativi e complementari alla medicina tradizionale: alternativa perché si basa su principi sostanzialmente differenti da quelli classici occidentali, ma ugualmente efficaci; complementare perché in molti casi è in grado di completare ciò che viene fatto dalla medicina classica.

Per fare tutto questo la riflessologia si avvale dello studio approfondito delle mappe riflesse, della fisiologia umana, dei meridiani energetici (e dei chakra) e di tecniche riflesse e massoterapiche specifiche.

In sostanza la riflessologia è in grado di stimolare organi, meridiani e parti precise del corpo semplicemente massaggiando e trattando parti distali del nostro corpo quai possono essere i piedi, le mani, le orecchie…

Per queste sue caratteristiche peculiari la riflessologia viene annoverata nella medicina olistica, che considera cioè tutto l’organismo umano come un’unità, un tutt’uno, con tutte le sue parti in continua comunicazione tra loro.

Questo è importante perché nella concezione occidentale si verte sempre più a una specializzazione estrema nell’ambito della salute, considerando il corpo per compartimenti stagni, spesso e volentieri senza considerare la sempre presente interrelazione delle parti.

La riflessologia è quindi un insieme di tecniche applicabili su qualsiasi parte distale del corpo: un massaggio piacevole, rilassante e capace di provocare delle reazioni benefiche in tutto l’organismo atte a migliorare la sua funzionalità e a donare un nuovo e globale equilibrio psico-fisico, fisiologico ed energetico.

Come funziona

Quando sento parlare di riflessologia capita spesso di sentire nozioni un po’ confuse e poco precise.

Per molti versi la riflessologia è più articolata rispetto a un classico massaggio o trattamento massoterapico: permette infatti di indagare e trattare la persona nel suo insieme ricercando squilibri e situazioni non fisiologiche causa di malattia e disagio.

Una delle parti più importanti è senza dubbio l’indagine energetica: grazie ai principi della riflessologia e a un’accurata osservazione di precise parti del corpo è possibile ottenere un quadro fisiologico ed energetico molto preciso della persona.

In questo modo è possibile studiare un massaggio ad hoc disegnato sulle necessità del momento della persona.

Entriamo così nella seconda parte del trattamento: la stimolazione vera e propria di precisi punti riflessi permette di ottenere le reazioni volute e necessarie alla persona trattata per raggiungere il proprio equilibrio e benessere.

La riflessologia sfrutta prima di tutto questo principio: il trattamento di punti particolari permette di stimolare il corpo a particolari reazioni capaci di ricreare e ripristinare il corretto funzionamento generale del corpo.

La riflessologia in questo modo lavora su diversi livelli: a livello psico-fisico (anche emotivo), a livello strutturale, a livello funzionale e a livello energetico.

I suoi obiettivi

L’obiettivo principe di qualsiasi trattamento di riflessologia e senza dubbio l’equilibrio.

Equilibrio sia a livello energetico che fisiologico, strutturale ed emozionale.

Essendoci alla base il principio olistico e del collegamento riflesso, la sfera mentale è infatti strettamente legata al tuo organismo fisico: lavorando sull’uno agisci anche sull’altro e viceversa.

Quando siamo in equilibrio i processi e le reazioni nel nostro corpo avvengono in modo spontaneo, naturale e corretto.

La rigenerazione cellulare ad esempio migliora (sia a livello estetico che funzionale) e anche le cellule nervose che da sempre si considerano come non rigenerabili (anche se ricerche molto recenti dimostrano una rigenerazione costante in età adulta per esempio nella zona dell’ippocampo) si deteriorano più lentamente, o meglio, si mantengono sane più a lungo.

Ristabilire ordine e funzionalità nel corpo e nell’organismo della persona trattata significa anche ridonare vitalità alla sfera emotiva, ma anche al nostro sistema immunitario.

Mai sentito parlare di autocura?

Il nostro corpo ha un sistema immunitario fantastico, capace di far fronte a tutte le situazioni che gli si parano davanti, ma che in caso di stress eccessivo perde colpi, portando ai più disparati problemi.

La riflessologia è in grado di riportare il tuo sistema immunitario a livelli di efficienza ottimali.

Vi riporto una curiosità, a testimonianza di quanto sia fantastico il nostro corpo: quando è in un equilibrio perfetto ogni 7 anni si rigenera la maggior parte del nostro organismo da solo.

Come avrete intuito, un riflessologo si pone come unico scopo il benessere altrui: prendersi cura del corpo di chiunque si avvicini a questa metodica riequilibrandolo e donandogli salute è lo scopo ultimo di chi sceglie di praticare la riflessologia.

Grazie alla riflessologia tutti possono ritrovare il proprio benessere in modo naturale, piacevole, olistico e senza l’ausilio di altro se non delle proprie mani.

La riflessologia viene utilizzata per migliorare la tua salute sia in caso di assenza di patologia conclamata, sia in presenza di malattia.

Se nel primo caso i risultati si vedono in una maggiore vitalità, un maggior grado di rilassamento con un drastico calo della tensione generale e dello stress, nel secondo abbiamo:

  • una guarigione più rapida e migliore
  • un sistema immunitario più forte con minor incidenza di malattie e disturbi
  • un miglioramento nel funzionamento di tutti gli apparati e organi trattati di riflesso
  • minor grado di stress
  • una aumentata lucidità mentale e un notevole giovamento al pensiero

Un po’ di storia e di testimonianze

La riflessologia prende origini molto anticamente (si pensa al 5000 a.C. come prima data) principalmente si parla di Cina e India, ma si sono trovate testimonianze in tutto il mondo e anche in Italia!

Se come tecniche di guarigione è stata maggiormente studiata e applicata in Cina, non tutti sanno che ultimamente è stato trovato in provincia di Brescia, in Valcamonica, un bassorilievo raffigurante un feto racchiuso in un piede e databile addirittura 4000 anni a.C.

L’utilizzo della riflessologia è comune anche in altre regione del mondo come in Egitto, dove è stato rinvenuto un famoso bassorilievo nella Tomba dei Medici di Saqqara databile 2330 a.C. circa nel quale si vede chiaramente come fosse d’uso massaggiare mani e piede per curarsi.

Merita un approfondimento il fatto che le testimonianze inerenti alla riflessologia, sia essa del piede, della mano, cranica o auricolare, siano sparse in tutto il mondo, anche in periodi in cui internet e qualsiasi altro genere di comunicazione intercontinentale fosse inesistente.

Cosa vuol dire questo?

Lo sviluppo delle tecniche di riflessologia in ognuno di questi paesi è avvenuto in modo autonomo, ma con le stesse caratteristiche generali!

Questo fatto è importantissimo per dimostrare quanto la riflessologia funzioni e abbia sempre funzionato e non sia solo frutto di un sapiente passaparola.

Riflessologia, meridiani energetici e chakra

Una particolarità che rende i trattamenti di riflessologia ancora più completi è la possibilità di agire anche a livello dei meridiani energetici.

Questo punto non è da sottovalutare perché con la dovuta teoria alla base è possibile lavorare seguendo i principi della medicina energetica e di quella Tradizionale Cinese (Ying-Yang).

Inoltre è possibile agire in modo molto efficace anche sui centri energetici o chakra.

Questo fattore rende il tutto molto interessante per molte persone: grazie alla sua duttilità la riflessologia riesce a dare il suo massimo proprio nel stimolare il corretto fluire dell’energia nel proprio corpo (seguendo per esempio la teoria dei 5 elementi).

Questo rende la riflessologia uno dei più completi trattamenti olistici, in grado di agire su un problema da più fronti, aumentando in questo modo le probabilità di trovarne una soluzione in modo rapido ed efficace.

Quando e perché utilizzarla

Come detto in precedenza la riflessologia gode di una certa duttilità, è cioè impiegabile verosimilmente in qualsiasi occasione, sia nella malattia come nel benessere.

Esistono ovviamente campi in cui si hanno risultati più rapidi come gastriti, labirintiti, mal di testa cronici, ecc; anche a livello ortopedico abbiamo un ottimo riscontro con i mal di schiena come la lombalgia e la sciatica, ma anche in caso di pubalgia e cervicale.

Si ottengo splendidi risultati anche per l’insonnia, per il tabagismo (smettere di fumare), lo stress, l’ansia e anche problemi estetici come la cellulite.

Ovviamente, come si riscontra nella medicina allopatica, esistono casi più gravi che non sono da prendere alla leggera e nei quali la riflessologia può si fungere da supporto, ma non mi sento di parlare e garantire di risultati certi.

In ogni caso la riflessologia risulta veramente ottima come medicina complementare a eventuali altre cure mediche, oppure come un rimedio alternativo non invasivo e olistico per problemi cronici che magari vi state portando dietro da anni.

La riflessologia svolge un ruolo importante anche quando parliamo di benessere: se siete tra quelle persone che sono senza dolori, ma convivono con un senso di mancanza di benessere e che vogliono trovare la strada per sentirsi finalmente bene e poter godere di ogni minuto della giornata come vogliono (e si dovrebbe), allora la riflessologia può essere l’aiuto che stavate cercando.

Veniamo al perché, anzi ai perché:

  1. non ha effetti collaterali (non è un farmaco o una pratica medica)
  2. aiuta il tuo corpo a trovare un nuovo equilibrio e quindi la salute e/o il benessere che stavi cercando
  3. è un massaggio piacevole su parti del corpo molto sensibili
  4. il rapporto che si instaura con il riflessologo è molto importante e non si viene trattati come un numero, ma come persone
  5. non vengono utilizzati altri strumenti se non le mani dell’operatore (niente aghi, moxa, massaggiatori, ecc)

Ce ne sarebbero molti altri, ma penso che questi 5 siano più che sufficienti, per gli altri lascio il piacere di scoprirli da voi.

Chi può essere trattato

La risposta a questa domanda è tanto semplice quanto importante: TUTTI!

Non esiste un minimo o un massimo di età, esistono solo stati che consiglio di comunicare sempre al vostro riflessologo:

  1. problemi di circolazione,di trombosi, di pressione, di cuore, di diabete o di osteoporosi
  2. stati tumorali
  3. problemi locali di pelle quali dermatiti o ferite/abrasioni
  4. gravidanza (specialmente se nei primi 3 mesi) o ciclo mestruale
  5. assunzione di psicofarmaci

I diversi tipi di riflessologia

La riflessologia viene utilizzata come abbiamo visto da moltissimo tempo, in tutto il mondo e nei più disparati campi.

Proprio queste sue caratteristiche hanno permesso la formazione di molte e diverse scuole di pensiero: ognuna di queste tratta punti del nostro corpo diversi, come mani o piedi o orecchie, ma sempre con i principi comuni della riflessologia.

Trattare parti e punti diversi del corpo per ottenere le reazioni fisiologiche ed energetiche desiderate, il principio base è sempre quello.

Ecco che così nascono molte tipologie di riflessologi, tutte molto valide.

Riflessologia plantare

La riflessologia plantare è forse quella più famosa, più conosciuta e più applicata.

Il massaggio viene effettuato su tutto il piede fino alla zona malleolare, anche se principalmente viene trattala la pianta del piede: è qui infatti dove si concentrano la maggior parte degli organi.

La riflessologia plantare è probabilmente la tecnica più antica e a oggi si contano centinaia di scuole diverse che insegnano a migliaia di studenti come applicarla tutti i giorni sugli altri.

Se non avete mai provato, ma avete voglia di avvicinarvi alla riflessologia vi consiglio caldamente di provare proprio con riflessologia plantare.

Riflessologia della mano

La riflessologia palmare o della mano, come è facile intuire lavora sulle mani del cliente: un massaggio molto rilassante che ottiene i suoi risultati migliori quando affiancata da quella plantare.

Risulta un ottimo aiuto come autocura: conoscere i punti esatti da trattare sulla propria mano può salvarvi in caso di mal di stomaco durante una cena, di mal di schiena quando siete al cinema e in molti altri casi.

Riflessologia facciale

Il viso è una parte molto importante nell’indagine energetica: si possono capire tantissime cose di una persona e dello stato in cui si trova il suo organismo semplicemente osservandone il volto.

Oltre a questa sua peculiarità molto importante, le mappe facciali vengono utilizzate per un trattamento simile alle altre riflessologie.

Riflessologia auricolare

In questo caso il massaggio viene effettuato alle orecchie, nelle quali secondo questa tecnica è racchiuso tutto il corpo in posizione fetale con la testa nel lobo.

Ciò che rende differente e per certi versi più complicata la riflessologia auricolare è che i punti da trattare risultano molto piccoli e per individuarli e trattarli correttamente è necessaria una certa esperienza.

Provate a prendete fra le dita il lobo del vostro orecchio, massaggiatelo per poi passare su tutto il bordo esterno.

Sentite che sensazioni?

Bene, immaginate quanto possa essere piacevole eseguito da una persona esperta che sappia toccare i punti giusti nel modo corretto.

Riflessologia cranica

Anche la zona del cranio può essere trattata con i principi della riflessologia, anche se le zone riflesse sono in numer0 minore, ma non per questo meno importanti: in genere per riuscire a ottenere un trattamento completo viene associata per esempio a quella auricolare o facciale.

Secondo me queste sono quelle più efficaci, ma tenete presente che ne esistono molte altre che ovviamente trattano parti diverse come per esempio il palato o la lingua.

La mia scelta è stata condotta dopo aver provato e studiato tutte queste pratiche, trovandole le più efficaci, duttili e applicabili.

Un nuovo trattamento, il Reflessage

Da questi studi ho deciso di creare un nuovo metodo, la riflessologia Reflessage, capace di interagire e armonizzare tra loro queste diverse tipologie di riflessologia.

Il risultato è sorprendente sia per quanto riguarda la sfera della salute, che quella del benessere (e della prevenzione).

Un massaggio dalle proprietà molto particolari e speciali: la stimolazione riflessa viene effettuati da più parti per un risultato di gran lunga superiore a un singolo trattamento sopra descritto.

Assolutamente da provare!

Vuoi maggiori informazioni? visita reflessage.com

La mia esperienza come riflessologo

Quando parlo di riflessologia mi viene subito in mente mio padre, un ottimo pranoterapeuta, esperto di alimentazione e di tecniche riflesse: è stato infatti grazie a lui che mi sono avvicinato al mondo della riflessologia e in seguito a quello della medicina alternativa e dei rimedi naturali.

Devo dire grazie a mio padre se ho intrapreso nel lontano 2004 la strada che ancora oggi sto percorrendo.

Questo percorso mi ha permesso di avvicinarmi a diverse discipline olistiche come lo yoga, la kinesiologia applicata e molte altre, ma, dopo aver provato e riprovato, alla fine la mia prima passione, la riflessologia, è sempre rimasta quella che mi ha ammaliato, affascinato di più: il fatto di riuscire a risolvere un problema fisico senza trattare la parte interessata unito al fatto di avere tutto il corpo, tutto l’organismo umano racchiuso in un piede, in una mano o in un orecchio ancora oggi è una cosa meravigliosa che mi affascina ogni volta come se fosse la prima.

La riflessologia mi ha insegnato e può far intuire a tutti come tutto sia collegato, come non si possa pensare ancora oggi di poter curare qualcuno senza avere una visione d’insieme, una prospettiva generale del problema, una visione olistica.

Per questo motivo sto dedicando ancora la mia vita alla riflessologia e alle tecniche riflesse.

Se volete avere maggiori informazioni sui trattamenti che effettuo, su dove ricevo o per fissare un appuntamento chiamatemi pure al 392-0104868 oppure visitate le pagina “riflessologia a Brescia“.

Se ti è piaciuto l'articolo, ti sarei grato se lo dimostrassi con un semplice mi piace su Facebook (clicca qui sotto) Grazie!

Riflessologia: guida completa alla scoperta della riflessologia

dott. Filippo Tartaglini | Physioness.com

Autore degli articoli pubblicati su ioBenessere.it è laureato magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, Diplomato Massoterapista, creatore del metodo Reflessage.