Scarpe da calcio e calcetto

Come scegliere le migliori scarpe da calcio o da calcetto da comprare è probabilmente un problema di molti calciatori e futuri tali, come anche delle loro intere famiglie.

Tralasciando le diverse marche che puoi trovare in qualsiasi negozio sportivo e la cui preferenza dipende molto dal fattore marketing, concentriamoci un momento sulle caratteristiche più importanti di una scarpa da calcio.

Perché è una scelta importante

Ti starai chiedendo perché dovresti perdere tempo a continuare a leggere e capire come scegliere le tue prossime scarpe da calcio o calcetto che siano.

Posso dirti con certezza che se trovi le scarpe giuste per i tuoi piedi riuscirai a trovare notevoli vantaggi nella pratica del tuo sport preferito:

  • Aumenti la tua prestazione fisica
  • Migliori il controllo e il tocco di palla
  • Eviti infortuni e dolori

Tre cose fondamentali per un giocatore di calcio (o a calcetto) che vuole dare sempre il massimo.

In realtà spesso si sottovaluta proprio la scarpa, questo succede in moltissimi sport, ma è come se una macchina da formula 1 mettesse le gomme lisce sul bagnato: un disastro!

Pensaci bene quando comprerai le tue prossime scarpe da calcio, potresti perdere un’occasione per fare la differenza anche nella partita del lunedì sera, come nella finale di campionato.

Prima di tutto dove giochi

Il primo fattore da tenere presente quando stai per comprare un nuovo paio di scarpe è se giochi a calcio o calcetto e in particolare il terreno sul quali ti troverai a farti inseguire pallone al piede (o a inseguire).

In ogni caso devi sapere che esistono “diverse” suole con “diversi” tipi di tacchetti che si adattano alle “diverse” tipologie di terreno e condizioni metereologiche.

  • Scarpe AG (artificial ground): 6-8 tacchetti fissi o staccabili, durissimi (in alluminio) perfetti per terreni morbidi e fangosi, assolutamente sconsigliati su terreni medi o duri
  • Scarpe AG PRO: nuova generazione di scarpe simili alle AG, ma con l’aggiunta di 4-6 tacchetti più bassi in plastica dura che impediscono a quelli in metallo di sprofondare troppo
  • Scarpe FM (firm ground): 11-15 tacchetti medio alti di forma circolare o triangolare in plastica dura, ideali per terreni naturali non duri e non morbidi
  • Scarpe HG (hard ground) o MG (multi ground): tacchetti più numerosi delle FM, più morbidi ideati per terreni duri sia naturali che sintetici (anche ghiacciati)
  • Scarpe TF (o turf, erba sintetica): molti piccoli tacchetti morbidi (a volte con effetto ventosa) con intersuola ammortizzante (più comode), nate per i terreni sintetici duri, quasi sempre usate nel calcetto a 5 e a 7
  • Scarpe Indoor: senza tacchetti, ma con suola no-marking in gomma con molta aderenza e intersuola ammortizzante, sono progettate per il calcetto a 5 al coperto (futsal), su cemento o parquet

Conoscendo bene il terreno dove giochi, adesso sai anche quali tipologia di suola e tacchetti fanno al caso tuo.

Qual’è il tuo stile di gioco?

In base a come preferisci giocare a calcio esistono scarpe più o meno adatte.

Le scarpe con delle tomaie leggere fini, comode, leggere e molto elastiche sono perfette se sei un giocatore che:

  • Pesa meno di 80 chilogrammi
  • Ama far girare e circolare la palla
  • Gioca con pochi tocchi precisi
  • Non corre molto in campo
  • Predilige azioni con scatti brevi
  • Ha bisogno di un ottimo tocco e controllo di palla

Le scarpe da calcio invece che sono ricavate da materiali spessi sintetici o da pellame, magari con anche diversi rinforzi nei punti più sotto sollecitazione sono ideali se sei un giocatore che:

  • Pesa 80 o più chilogrammi e ha una corporatura robusta
  • Predilige le azioni di forza
  • Ha un gioco aggressivo
  • Compie molti scatti lunghi con tanti cambi di direzione
  • Necessità di stabilità per esprimere tutta la sua velocità
  • Non necessita di eccessiva precisione nel tocco e nel tiro

Oltre ai diversi tipi di tacchetti visti prima, tieni in considerazione anche che esistono due tipologie di suole.

Quelle in fibra di carbonio sono più rigide, più resistenti e leggere, ma si deformano meno adattandosi più lentamente al piede (spesso sono un po’ più scomode) di quelle in poliuretano termoplastico.

Un ultimo consiglio se giochi calcetto è sulla punta della scarpa: meglio che sia leggermente rinforzata perché il calciare di punta è spesso un’arma in più nel calcetto (a differenza del calcio a 11).

Nel calcio a 5 in genere si prediligono scarpe non troppo spesse, vista la lunghezza ridotta del campo e la necessità di maggiore precisione.

Il piede deve essere comodo

Tutto quello che abbiamo detto fino ad ora è sicuramente giusto e utile, ma quello che deve starci dentro alla fine è il tuo piede.

Fondamentale diventa quindi il numero e la grandezza della scarpa da calcio.

Prova le tue scarpe sempre con le calze che useresti a giocare:

  • Il piede non deve battere in punta neanche quando vai sulle punte
  • Non deve nemmeno scalzare a livello del tallone
  • Controlla anche se la scarpa è a pianta stretta o larga (in base al tuo piede)
  • Attenzione che anche il collo del piede non sia troppo basso

Tieni sempre presente che un pochino la scarpa si lascerà andare col tempo, non sicuramente in lunghezza, ma in larghezza.

Ultimi consigli

Scommetto che ti starai chiedendo: qual è la marca di scarpe da calcio migliore?

La risposta è semplice: non esiste.

Spesso si equivalgono, solo provando sarà il tuo piede a trovare migliore una marca rispetto all’altra: devi solo sempre tenere presente quello che ti ho detto prima.

Per sicurezza prova sempre più marche per scegliere quella che più ti si addice.

L’aspetto e la moda giocano sicuramente un ruolo molto importante, ma non superiore a quanto detto prima.

In parole povere compra le scarpe più belle solo a parità di caratteristiche, altrimenti scegli quelle più brutte, ma con le specifiche tecniche migliori.

Se sei un genitore evita di prendere un numero più grande sperando che tuo figlio, ancora in fase di crescita, possa utilizzarlo anche l’anno dopo: farai più danni che altro.

Un consiglio personale: se non sei un esperto rivolgiti a negozi specializzati in scarpe da calcio e calcetto (rispetto ai grandi negozi di sport), in modo da avere personale più competente che possa consigliarti meglio.

Di contro, se sei già sicuro delle tue scarpe e non necessiti di provarle, nei negozi online puoi trovare un maggior assortimento di modelli e colori a prezzi inferiori.

Problemi legati alle scarpe sbagliate

I problemi che possono presentarsi quando giochi e ti alleni con delle scarpe non adatte si possono dividere in due grandi gruppi.

Perderai sicuramente nella qualità di gioco:

  • Meno agilità nei campi di direzione
  • Meno coordinazione e possesso palla
  • Meno velocità nello scatto e velocità in generale
  • Meno precisione nei passaggi e di mira nei tiri in porta

Oltre alla diminuzione di tutte queste doti tecniche e fisiche rischierai anche di incappare in fastidiosi problemi muscolari e spiacevoli infortuni:

  • Il gonfiore ai piedi è il primo sintomo che si manifesta durante la partita
  • Seguito spesso da dolorose vesciche
  • Sempre rimanendo sui piedi aumentano le possibilità di prenderti una distorsione di caviglia
  • Il mal di schiena (lombalgia) e nei casi più sfortunati la sciatica sono dolori molto comuni quando si sbagliano scarpe
  • Come anche la pubalgia si dimostra compagna di molti calciatori amatori come professionisti
  • Infine aumenteranno anche le probabilità di avere dolori articolari di vario genere (ginocchia, anche, cervicale)

Direi che questi piccoli spunti di riflessione dovrebbero bastare per farti perdere un po’ di tempo in più quando entrerai nel negozio per scegliere e comprare le tue nuovissime scarpe, siano esse da calcio o da calcetto.

Se l'articolo ti è piaciuto e magari ti è stato anche utile, ti chiedo di mettere un mi piace (Facebook) qui sotto: a te non costa nulla, a me permette di continuare a pubblicare contenuti gratuiti, grazie!

Scarpe da calcio o calcetto: quali comprare e come sceglierle

dr. Filippo Tartaglini

Autore degli articoli pubblicati su ioBenessere.it è laureato magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, Diplomato Massoterapista, creatore del metodo Reflessage.