Spiedini di gamberi con salsa di rucola

Per la preparazione di questo secondo ho utilizzato il gambero, un crostaceo che è stato oggetto di una recente ricerca relativa alle sue proprietà anti-tumorali.

Infatti nella corazza e nella testa si trova un potentissimo antiossidante: l’astaxantina.

Quest’ultima è tre volte più efficace di altri carotenoidi come il Beta-carotene ed è 500 volte più attiva della Vitamina C.

Relativamente alla rucola possiamo dire che è ricca di vitamina E, e a differenza di quanto si possa pensare, poche foglie mangiate crude aiutano la digestione.

Questo è sicuramente un piatto dagli ingredienti afrodisiaci, e il piacere principale deriva proprio dal fatto che si mangia esclusivamente con le mani!

Solo così potrete assaporarlo appieno.

Ingredienti per 4 persone

  • 40 gamberi
  • 100 gr di rucola
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine di oliva
  • peperoncino e sale fino q.b.

Procedimento

  1. Prendere 40 gamberi e lavarli velocemente sotto l’acqua corrente.
  2. Senza togliere guscio e testa, infilzate 5 gamberi per spiedino.
  3. Poneteli quindi in un piatto, salateli leggermente, aggiungete una macinata di peperoncino e un filo di olio extravergine di oliva e fateli marinare per circa un’ora.
  4. Nel frattempo preparate la salsa: in una ciotola mettete la rucola, uno spicchio di aglio tagliato a pezzetti, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, una presa di sale e un po’ di peperoncino macinato.
  5. Con il mixer a immersione ridurre il tutto in salsa.
  6. Scaldare bene la piastra sul fuoco e cuocere gli spiedini di gamberi per circa 4 minuti per lato girandoli quando si scuriscono.
  7. Impattare gli spiedini mettendo sul piatto una buona quantità di salsa di rucola in cui andranno “inzuppati” i gamberi.

Se ti è piaciuto l'articolo, ti sarei grato se lo dimostrassi con un semplice mi piace su Facebook (clicca qui sotto) Grazie!

Spiedini di gamberi alla salsa di rucola

dr. Filippo Tartaglini

Autore degli articoli pubblicati su ioBenessere.it è laureato magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, Diplomato Massoterapista, creatore del metodo Reflessage.