Aumento temperature nel 2060

E’ notizia del 19 Novembre 2012 (TMNews): la Banca Mondiale teme un vero e proprio cataclisma che colpirà i paesi poveri, dovuto al surriscaldamento globale.

L’istituto internazionale conferma che il riscaldamento riguarderà tutto il globo terrestre e sarà di 4 gradi entro il 2060, dato che preoccupa molto tutti, visto che è decisamente maggiore rispetto ai livelli di guardia precisati dalla comunità internazionale.

Il rapporto diffuso ieri sera da Washington recita le seguenti parole: “un mondo con 4 gradi centigradi in più, provocherebbe una cascata di cambiamenti cataclismici, fra cui ondate di calore estremo, una diminuzione degli stock alimentari e un rialzo del livello del mare che colpirebbe centinaia di milioni di persone” e non vi alcuna certezza che il mondo riesca in qualche modo ad adattarsi a una situazione tanto grave.

I primi a rimetterci saranno ovviamente i paesi più poveri, in quanto con molta probabilità saranno i primi a rimanere senza scorte alimentari, anche se questa evenienza potrebbe pian piano colpire anche altri paesi.

Un aumento di 4 gradi, come previsto, potrebbe portare a calore estremo e a un notevole aumento del livello del mare, mettendo a rischio la salute e la vita di milioni di persone.

Da qui potrebbe nascere una seria riflessione sulle condizioni in cui abbiamo messo fino ad oggi il nostro amato pianeta Terra: ognuno di noi ha le sue colpe, ma forse con un po’ più di buon senso da parte di tutti da questo momento in poi si potrebbe, se non risolvere il problema, almeno limitare i danni futuri.

Pensiamoci bene…

Se ti è piaciuto l'articolo, ti sarei grato se lo dimostrassi con un semplice mi piace su Facebook (clicca qui sotto) Grazie!

Allarme clima: cataclisma paesi poveri per aumento temperature 2060

dott. Filippo Tartaglini | Physioness.com

Autore degli articoli pubblicati su ioBenessere.it è laureato magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, Diplomato Massoterapista, creatore del metodo Reflessage.