Insonnia rimedi

Dormire bene e svegliarsi riposati dopo un bel sonno ristoratore sembra essere un sogno per buona parte degli italiani: stress e cattive abitudini possono impedire al nostro corpo di rigenerarsi e ricaricarsi durante la notte portando col risveglio quella spiacevole sensazione di stanchezza e confusione, che nella maggior parte dei casi si protrarrà per tutta la giornata.

Tutto questo non può che trasformarsi in ulteriore stress che vi porterete dietro e che tenderà ad accumularsi di giorno in giorno, ma niente paura, seguendo le regole d’oro del dormire bene che trovate qui sotto, molto semplici e applicabili da tutti, riuscirete già da stanotte a provare cosa vuol dire svegliarsi tranquilli e rilassati dopo un bel sonno profondo e ristoratore, pronti per affrontare tutta la giornata nel migliore dei modi!

Cominciamo:

Andare a dormire sempre alla stessa ora

Noi siamo esseri viventi abitudinari e il sonno non fa’ eccezione: andare a letto e svegliarsi sempre alla stessa ora, weekend compreso, permette al nostro corpo di seguire uno schema di sonno regolare. Questo è fondamentale per lasciare che il nostro ritmo circandiano ci aiuti nel prendere sonno e nel mantenerlo profondo durante tutta la notte.

La stanza da letto deve essere fresca e silenziosa

Dormire in un ambiente fresco, con aria pulita e non viziata favorisce il sonno ristoratore; è inoltre importante che la nostra camera da letto sia silenziosa e buia in modo da limitare al massimo rumori e luci che potrebbero disturbare il nostro sonno.

La camera da letto serve solo per dormire e per l’intimità

Al giorno d’oggi, vuoi perché al momento si dispone solo di un monolocale, vuoi per la presunta comodità o mania di avere tutto a portata di mano, le persone tendono a trasformare sempre più la camera da letto in un ambiente polivalente in cui guardare la televisione, lavorare ect: niente di più sbagliato! In questo luogo sacro è concesso solo di dormire e avere intimità con il/la proprio/a partner.

Niente smartphone, tablet o portatili a letto

La luce prodotta da questi apparecchi elettronici porta il cervello a svegliarsi, facendo calare i livelli di melatonina, l’ormone che regola il ciclo sonno-veglia: questo ovviamente rende molto più attivi, rendendo più difficile addormentarsi dopo aver utilizzato i nostri amati apparecchi elettronici.

I sonnellini diurni rovinano il sonno notturno

Dormire durante il giorno può essere si ristorante, ma spesso rende più difficile prendere sonno durante la notte: limitare i sonnellini permette al corpo di arrivare alla sera con la giusta stanchezza; da notare che l’aver sonno durante il giorno è spesso indice di un alto grado di stress o di difficoltà nel dormire durante la notte.

L’attività fisica sì, ma non serale

Rimanere attivi e allenati, oltre che a migliorare la qualità di vita può senz’altro aiutarvi a dormire bene: attenzione però a non eseguire sforzi fisici troppo ravvicinarsi al momento di andare a letto perché il vostro corpo rimarrà su di giri impedendovi di addormentarvi correttamente.

Leggere prima di addormentarsi aiuta il sonno

Avere un rituale tranquillo e rilassante prima di andare a dormire può essere molto utile: sono molto indicate l’ascolto di musica rilassante e d’atmosfera, la lettura di un bel libro e un bel bagno o doccia caldi.

Non agitatevi se non riuscite a prendere sonno

A quanti è capitato di non riuscire a prendere sonno o di svegliarsi nel cuore della notte e per poi faticare a riaddormentarsi: in questi casi non serve a niente imporsi di dormire, innervosendosi e agitandosi, ma la cosa più saggia è, dopo aver provato a dormire per 10-15 minuti, rispettare il proprio corpo e mettersi a fare qualche attività rilassante in un altro posto, aspettando che la stanchezza torni

Evitare caffeina, nicotina e alcol

La caffeina è uno stimolante e come tale non dovrebbe essere assunto nelle 4-6 ore precedenti il sonno; quello che forse non tutti sanno è che al caffeina è contenuta in molti prodotti, dal tè al caffè, ma anche nel cioccolato per esempio; anche la nicotina è sconsigliata prima di coricarsi in quanto può disturbare il sonno. Infine, al contrario del pensiero comune l’alcol non aiuta il sonno riposante: nonostante la sua assunzione porti sonnolenza in generale frammenta le fasi del sonno e rende il riposo frammentario.

Mangiare e bere correttamente

Una cena leggera permetterà al vostro corpo di non avere la digestione ancora in corso mentre provate ad addormentarvi evitando così fastidiosi inconvenienti che possono ostacolare il vostro sonno come il reflusso gastroesofageo, l’aerofagia, la gastrite e il bruciore di stomaco, oltre al non ritrovarvi con la vescica piena ogni 2 ore.

Dormire bene deve essere una priorità per tutti

Dormire bene è un bisogno fondamentale della nostra vita e come tale deve rientrare nelle nostre priorità al pari dell’alimentarsi bene: sempre più spesso sacrifichiamo il sonno per altre attività lavorative o ricreative, ma molto meno importanti per la nostra salute. Vi consiglio di creare un vostro programma regolare di sonno e cercare di rispettarlo sempre.

Queste semplici regole possono realmente regalarvi dei sogni d’oro, un fattore importantissimo per la salute: un sonno ristoratore permette infatti al nostro corpo di rigenerarsi, al contrario di una mancanza cronica di sonno che può creare problemi anche seri.

Giorno dopo giorno molte persone cominciano a vedere la camera da letto come un ambiente ostile e il sonno comincia a venir meno cronicamente: applicando questi consigli potrete finalmente dormire come non avete mai fatto, dicendo addio ai vostri problemi di sonno e fidatevi che, d’ora in poi l’affrontare le dure giornata non sarà più un problema!

Nel caso in cui questi rimedi per dormire bene non avessero completamente effetto e voleste provare qualcosa di alternativo ai classici sonniferi, vi consiglio caldamente di provare con la riflessologia (in particolare quella plantare).

Se aveste bisogno di ulteriori motivazioni per impegnarvi a seguire questa guida del dormire bene, presto troverete sulle nostre pagine un bell’articolo approfondito sul perché sia così importante dormire bene.

Se ti è piaciuto l'articolo, ti sarei grato se lo dimostrassi con un semplice mi piace su Facebook (clicca qui sotto) Grazie!

Insonnia? Ecco le regole e i rimedi per dormire bene

dott. Filippo Tartaglini | Physioness.com

Autore degli articoli pubblicati su ioBenessere.it è laureato magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, Diplomato Massoterapista, creatore del metodo Reflessage.