Pillola simula effetti attività fisica

Sembra la trama di un film del futuro nel quale l’alimentazione del genere umano è assicurata da particolari pillole contenenti tutti i nutrienti necessari per la vita.

In realtà stiamo parlando di un possibile futuro neanche così lontano, nel quale non sarebbe più indispensabile fare movimento e in cui  i laureati magistrali in scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate, come il sottoscritto, perderebbero buona parte dei propri pazienti e delle persone seguite.

I ricercatori inglesi

Almeno queste sono le promesse fatte da un team di ricercatori inglesi dell’ Università di Southampton secondo cui la loro molecola, denominata “composto 14“, si prenderà l’impegno di innescare i tipici effetti benefici legati al movimento e allo sport.

Nel particolare i pazienti che potrebbero ottenere i maggiori risultati sono le persone obese e diabetiche, permettendo un abbassamento della glicemia senza un sconvolgimento della dieta.

Come funziona?

La molecola sarebbe in grado di inibire l’azione dell’enzima Atic coinvolto nel metabolismo che induce la molecola ad aumentare l’assorbimento di glucosio.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Chemistry and Biology, ha visto la somministrazione di tale molecola su due gruppi di topi: i primi alimentati con una dieta normale, i secondi con una ricca di grassi capace di renderli obesi e compromettere la loro tolleranza al glucosio (pre-diabete).

Dopo la somministrazione, nel primo gruppo il valore medio di glucosio nel sangue è rimasto normale, mentre nel secondo gruppo si è visto un notevole abbassamento della glicemia, molto vicina ai livelli normali del primo.

Un altro risultato notevole è stato ottenuto sempre nel secondo gruppo dopo 7 giorni consecutivi di composto 14: oltre alla migliore tolleranza al glucosio, i topolini hanno perso 1,5 grammi di peso pari a circa il 5% del proprio peso corporeo.

Considerazioni finali

Come professionista del settore mi permetto di esprimere un mio giudizio su questa scoperta.

Se la ricerca andrà avanti in questo senso, l’utilizzo di queste pillole sarà molto utile nel trattamento dei pazienti diabetici o con sindrome metabolica, ma non potrà comunque sostituire tutti i benefici derivanti da una corretta e costante attività fisica adattata.

La medicina e la ricerca non potranno simulare tutti i vari adattamenti che il nostro fisico è costretto a fare durante il movimento portando notevoli benefici.

Quando fate attività fisica infatti, oltre al miglioramento della tolleranza al glucosio e solo per fare qualche esempio, troverete giovamento anche a livello di: ossa e osteoporosi, muscoli e articolazioni, funzionalità del cuore e microcircolazione periferica, circolo linfatico (e cellulite), depressione e ansia, alimentazione e dieta con una maggiore stimolazione a mangiare sano, creatività e lavoro.

Purtroppo (anzi per fortuna!) siamo ancora “costretti” a muoverci tutti i giorni!

Se ti è piaciuto l'articolo, metti un mi piace, grazie!

La pillola che simula i benefici dell’attività fisica e dello sport

dr. Filippo Tartaglini

Autore degli articoli pubblicati su ioBenessere.it è laureato magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, Diplomato Massoterapista, creatore del metodo Reflessage.