Ansia

L’ansia è uno stato di paura e perdita del controllo fisiologico del corpo per un lasso di tempo più o meno breve, ma quasi mai giustificato razionalmente.

In questa sede non tratteremo l’ansia in modo psicologico, ma cercherò di spiegarvi come con alcuni trattamenti manuali e diversi esercizi si possa riuscire a controllare l’ansia senza grosso sforzo.

Prima di ricorrere a medicinali e antidepressivi lo stato d’ansia si può controllare con dei semplici esercizi respiratori; infatti il nostro stato emotivo è strettamente legato e governato dalla respirazione: quando ci agitiamo il nostro respiro diventa corto, toracico e affannoso.

Se con un po’ di esercizio riusciamo a governare il respiro anche in questi stati concitati riusciremo a controllare di riflesso anche la nostra emotività.

Ci sono casi d’ansia però dove sussiste un blocco energetico o strutturale a livello del diaframma, muscolo principe della respirazione addominale; questo non permette, nonostante gli sforzi di avere i risultati sperati.

Grazie alla riflessologia plantare e a una semplice tecnica riflessa si riesce a sbloccare questo muscolo migliorando l’esecuzione degli atti respiratori, permettendo un migliore controllo della respirazione e quindi di momenti d’ansia.

La riflessologia plantare inoltre ha il grosso pregio di riportare il corpo in uno stato di equilibrio fisiologico ed energetico, causa quest’ultima di una molteplicità di disturbi.

Se ti è piaciuto l'articolo, ti sarei grato se lo dimostrassi con un semplice mi piace su Facebook (clicca qui sotto) Grazie!

Ansia

dott. Filippo Tartaglini | Physioness.com

Autore degli articoli pubblicati su ioBenessere.it è laureato magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, Diplomato Massoterapista, creatore del metodo Reflessage.