Rimedi per la cervicale e la cervicalgia

I rimedi per la cervicale (o meglio cervicalgia) in genere sono i più disparati, basta accendere il computer, come per altro state facendo, e troverete tantissimi articoli, forse troppi, che trattano i migliori rimedi per sconfiggere la cervicalgia.

Tanti rimedi, pochi efficaci

Di tutta questo enorme insieme di metodi, esercizi e rimedi naturali la maggior parte è una sorta di perdita di tempo, se non in alcuni casi (per fortuna non così frequentemente) una fonte di peggioramento dei sintomi.

Dopo essermi reso conto del far west che si trova in internet ho pensato di racchiudere alcuni dei, secondo me, migliori rimedi per la vostra cervicale e tutti i suoi sintomi annessi da provare subito anche a casa.

Spesso questi stessi rimedi che troverete tra poco, li consiglio anche ai miei pazienti come supporto a casa ai trattamenti che fanno da me.

Piccola considerazione molto importante: questi rimedi vanno bene per dolori e sintomi cervicali cronici e di bassa intensità.

In caso di dolore improvviso e/o molto forte contattate il vostro medico o fisioterapista di fiducia: è necessaria un’attenta valutazione prima di fare qualsiasi cosa.

Muovete il vostro collo

La prima forma di prevenzione per il dolore al collo è il movimento: più tempo rimanete fermi davanti al computer, al cellulare o alla televisione, più accumulerete tensione.

Una soluzione semplice, ma efficace e subito attuabile è quella di effettuare delle mobilizzazioni dolci da seduti a destra e a sinistra, molto lente e senza sentire dolore.

In studio per i miei pazienti utilizzo tra i tanti possibili esercizi anche queste mobilizzazioni, personalizzandole per ogni paziente in termini di durata, intensità e tipologie.

L’altro fattore molto importante è intervallare con delle “pause di movimento” le sessioni di lavoro: ogni 45 minuti prendetevi 5-10 minuti per fare qualche esercizio semplice di mobilizzazione e fare due passi.

Camminate di più

Camminare, specialmente se in un parco o in mezzo alla natura, può essere la panacea per molti problemi: anche chi ha una cervicale perennemente infiammata infatti può trarne beneficio.

Camminare vuol dire muoversi, muoversi vuol dire benessere.

Il dolore spesso deriva dall’immobilità: uscite più che potete, non rimanete seduti sul divano!

Inoltre respirare un po’ di aria fresca e non essere costretti a fissare un monitor (cosa che irrigidisce tanto la cervicale) rilasserà particolarmente il vostro collo.

Attenti alla tecnologia

Un altro fattore da prendere sempre in considerazione è il tempo che passate davanti al cellulare o al computer.

Più nello specifico rimanere a fissare uno schermo per ore tutti i giorni può portare molta tensione al collo, indolenzendo tutti i muscoli del tratto cervicale (e non solo).

Guardare qualcosa da vicino implica l’attivazione di alcuni muscoli del collo che tendono ad aiutare gli occhi a mettere meglio a fuoco (convergenza).

Nel lungo periodo però questi muscoli si stancano creando tensione e quindi dolore.

Un buon rimedio in questi casi è quello di fissare per 10 secondi periodicamente mettendo a fuoco un oggetto lontano, anche fuori dalla finestra, in modo da rilassare questi muscoli.

Curate la vostra postura

L’ergonomia e la postura corretta in ufficio come a casa può essere la croce o la delizia per la vostra cervicale.

L’altezza corretta della sedia, il giusto supporto lombare (esatto, lombare anche se stiamo parlando di cervicale) e il corretto utilizzo di tastiera, monitor e mouse sono molto importanti viste tutte le ore spese a lavorare tutti i giorni.

Anche a casa però, magari sulla poltrona, come in macchina cercate di curare la posizione: queste due sedute sono le più dannose, anche per la vostra schiena.

Consiglio: prova a tenere un panno arrotolato (o un cuscino cilindrico) dietro la schiena, sulla zona lombare: vi accorgerete subito di stare più dritto anche con il collo!

Per avere maggiori informazioni su come stare seduti nel modo migliore vi rimando a questo articolo: Postura seduta corretta: come stare seduti nel modo giusto evitando dolori.

Automassaggio

Una pratica molto rilassante è quella dell’automassaggio: è praticabile ovunque, non necessita di particolari attrezzi se non le vostre mani e può risultare molto piacevole con un po’ di esperienza.

Il massaggio deve essere molto dolce e paziente: non dovete cercare di forzare la mano, ma ascoltare il tessuto sotto le vostre dita e rilassarlo anche solo disegnando dei piccoli cerchi con le dita.

Le zone migliori da trattare per cominciare con un semplice, ma efficace automassaggio sono essenzialmente due:

  • La base del collo, la parte muscolare quindi appena sotto l’osso occipitale
  • Le guance nella loro parte muscolare (provate a serrare i denti e sentirete un muscolo ingrossarsi, quello è il massetere, il muscolo da rilassare.

Questa seconda zona è molto importante perché una sua eccessiva tensione si riflette in rigidità muscolare del collo.

Non serrate o digrignate i denti

Abbiamo appena finito di dire come una delle parti da tenere rilassata sia quella dei muscoli masticatori.

Bene, per tenerla rilassata basta eseguire delle piccole mobilizzazioni in apertura quando ci accorgiamo di serrare i denti o di digrignare.

Se state serrando i denti smettete subito, fate un leggero automassaggio e infine aprite e chiudete la bocca lentamente per 15 volte: non arrivate mai a serrare o ad aprire molto grande quando eseguite l’esercizio.

In questo modo andrete a rilassare la muscolatura e di conseguenza sia l’articolazione temporomandibolare che il collo.

Imparate a respirare nel modo corretto

Un ultimo consiglio che posso darvi come soluzione molto efficace per alleviare le tensioni del collo, ma non solo è quella di lavorare giorno dopo giorno sulla respirazione corretta.

Respirare nel modo corretto riattivando e rieducando il muscolo diaframma può solo che portarvi giovamento a stress, tensioni e naturalmente alla vostra cervicalgia.

Un rimedio efficace che potete eseguire in qualunque momento è questo:

  • Inspirate e cercate di gonfiare bene la pancia
  • Espirate e cercate di sgonfiare bene la pancia
  • Fate ripetizioni di 10 ogni volta che sentite salire le tensioni

Ai miei pazienti consiglio sempre di tenere una mano sul petto e una sulla pancia per assicurarsi che si muova gonfi bene quest’ultima durante la respirazione diaframmatica.

Cosa potete ottenere

Se sarete bravi e costanti con questi semplici consigli noterete inpochi giorni un miglioramento nella gestione della tensione del vostro collo, ma anche un miglioramento della postura che risulterà più “aperta” e meno “chiusa”.

Andando avanti con costanza, magari ripetendo gli esercizi più volte al giorno, otterrete un risultato preventivo molto efficace.

Non pretendete il risultato immediato, ma abbiate un po’ di pazienza.

Questi sono i migliori rimedi che potete applicare fin da subito, senza rischi e efficaci per tutti.

Se volete avere risultati ancora più importanti è necessaria un’attenta valutazione fisioterapica per avere soluzioni più specifiche, performanti e soprattutto personalizzate.

Volete altre informazioni utili sul come curare la vostra cervicalgia?

Ecco tutto quello che dovete sapere sul dolore cervicale

Se l'articolo vi è stato utile unitevi subito e gratis al mio nuovo canale Telegram, a voi non costa niente e rimarrete sempre aggiornati, grazie!

Rimedi per la cervicale: come migliorare la vostra cervicalgia

dr. Filippo Tartaglini

Curriculum dell'autore dell'articolo Dr. Filippo Tartaglini: Laurea in Fisioterapia, Laurea in Scienze Motorie, Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, Diploma in Massoterapia. Opera a Brescia. 392-0104868.