Pasta con i broccoli

Pasta con i broccoli

In questa ricetta abbiamo usato i broccoli, ortaggi ricchi di sali minerali vitamine e fibre.

Sono efficaci per la cura della tiroide e prevengono la crescita di cellule cancerogene impedendone il processo di divisione e morte cellulare.

Questo ortaggio è indicato nei casi di stitichezza cronica perché ricco di fibre vegetali.

Ha un grosso potere antiossidante (combatte i radicali liberi e lo stress ossidativo) che aiuta a rafforzare le difese immunitarie.

I broccoli combattono la ritenzione idrica perché aiutano l’organismo a disintossicarsi.

Per il loro potere saziante e poco calorico sono molto indicati nelle diete.

Come scegliere e conservare i broccoli?

E’ molto semplice: Le infiorescenze devono essere compatte, sode, di colore vivo, senza ammaccature o parti ingiallite.

Le foglie devono essere consistenti, carnose e rompersi con suono secco.

I broccoli vanno conservati in frigorifero e si mantengono per 4 o 5 giorni nello scomparto di frutta e verdura.

Ingredienti per 4 persone

  • 350 gr di pasta integrale
  • 2 broccoli grandi
  • olio e sale q.b.
  • 1 spicchio di aglio (preferibilmente rosso)
  • peperoncino a piacere

Procedimento

  1. Lavare accuratamente i broccoli e tagliare tutte le cime piuttosto grossolanamente. Mettere a macerare in un po’ di olio (che servirà poi per condire la pasta) uno spicchio di aglio in camicia.
  2. Nel frattempo portare a bollore in una casseruola capiente l’acqua e salarla una volta raggiunto il bollore.
  3. Mettere a lessare i broccoli e dopo 5 minuti, senza togliere la verdura, buttare nella stessa acqua la pasta. Far cuocere per il tempo indicato sulla confezione. Io solitamente utilizzo una pasta che cuoce in 10-12 minuti. Se usate pasta fresca dovete allungare il tempo di cottura dei broccoli. Diciamo che mediamente il broccolo deve bollire per circa 15 minuti.
  4. Scolare il tutto e unire l’olio in cui era stato fatto macerare lo spicchio d’aglio. Aggiungere un pizzico di peperoncino se di vostro gusto.

Comments

No comments yet. Why don’t you start the discussion?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *