Aglio: proprietà e benefici

AglioL’aglio (Allium sativum) è una preziosa pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Liliacee, originaria dell’ Asia centrale che conferisce ai cibi un aroma caldo, pungente, leggermente piccante, ma soprattutto stimolante.

L’aglio veniva utilizzato già al tempo degli Egizi come “farmaco” e lo ritroviamo in ben 22 ricette in un papiro medico egizio risalente al 1500 a.C. chiamato El Sers.

Nel primo secolo un famoso naturalista romano, Plinio consigliava di consumare spicchi d’aglio per combattere ben 61 malattie; l’aglio è stato usato anche in Cina per combattere una forma di meningite, sopperendo alla mancanza di antibiotici.

Anche in età più moderna si hanno diversi studi sulle qualità e le proprietà dell’aglio: il dottor P.Ivanov specialista di malattie cardiovascolari ha condotti studi specifici sull’aglio e sulla cipolla, arrivando a concludere, dopo dieci anni di ricerca come questi alimenti (come anche la noce) abbiano effetti benefici nell’abbassamento del livello di colesterolo nel sangue.

L’aglio svolge un’azione antisettica, balsamica, vaso dilatatoria ed espettorante a livello dell’apparato respiratorio, con il quale interagisce calmando, ma anche prevenendo problematiche quali la bronchite; è un antisettico, antibiotico e facilita in persone senza acidità anomala o gastrite la digestione.

In generale è utile e consigliato per quelle persone che hanno problemi di ipertensione, malattie da raffreddamento e contro i disturbi dei fumatori cronici; combatte le infezioni, grazie alla presenza dell’allicina, che risulta essere una antibatterico; in generale fluidifica il sangue e abbassa la pressione sanguigna per merito dell’allina e per la sua azione stimolante della diuresi.

L’aglio gode, inoltre, di proprietà spasmolitica, antisettica ed antidiarroica a livello intestinale, andando ad aiutare nel trovare sollievo da infezioni, vermi intestinali, dissenteria, coliti, flatulenza.

A livello muscolo scheletrico è un ottimo rimedio per le artriti, i reumatismi e, grazie al solfato di allile, per migliorare la funzionalità delle articolazioni.

Da ultimo, ricerche recenti sembrano dimostrare che i principi nutritivi contenuti nell’aglio abbiano un’azione antidegenerativa e antineoplastica, oltre a possedere proprietà studiate negli ultimi anni potenzialmente molto efficaci contro la psoriasi.

L’aglio è uno stimolante naturale del sistema immunitario, capace di alzare e regolare tutte le sfaccettature delle difese immunitarie, regola il tratto intestinale, combatte le infezioni specialmente quelle delle vie aeree, migliora l’intero sistema circolatorio (diluisce e previene anche la formazione di trombi), agisce anche sugli ormoni sessuali, ma mi preme ricordare che quando viene cucinato l’aglio perde quasi il 90% delle sue proprietà nutritive e microbicidiche.

Grazie al miglioramento della circolazione, al suo potere diluente del sangue e alla sua azione mirata sugli ormoni sessuali, risulta essere anche un buon compagno di letto.

E’ sconsigliato a chi soffre di iperacidità gastrica, dermatosi, pitiriasi, malattie gastrointestinali ulcerative e croniche e in caso di congestione polmonare con tosse sanguinolenta e febbre.

In cosmesi, sembra giovare contro la caduta dei capelli, i calli e la scabbia.

Le qualità dell’aglio come appena visto sono molteplici, ma andiamo ora a vedere i rimedi pratici che prevedono l’uso di aglio come aiuto alla guarigione:

Per aiutare il riequilibrio della pressione, del colesterolo, dei trigliceridi / calcoli renali / problemi digestivi / aerofagie / coliche/ dissenterie/ influenza da virus/ stitichezza / diabete

Ingerire un pezzetto di aglio (senza la parte verde centrale) subito prima del pasto principale e mai con pietanze a base di brodo. Non ingerire liquidi durante il pasto. Da effettuare a settimane alterne, per 3 – 4 mesi.

Attenzione: Non prendere aglio per gastrite / eccesso di acidità / ulcere gastriche e duodenali. In questi casi aggiungere polvere di peperoncino ai cibi.


Tracheite / faringite / laringite / tonsillite / mal di gola / asma
Strofinare olio agliato sotto la gola e sul petto e coprire la parte con pellicola per alimenti.

Raffreddore
Tenere in bocca (tra i denti e la guancia) uno spicchio di aglio intero e non scalfito per circa due ore.

Sinusite
Lessare per pochi minuti molto aglio, porlo all’interno di una garza da applicare calda sulla fronte. Quando la garza si raffredda riempirla con altro aglio caldo oppure dormire tenendo sul comodino uno spicchio di aglio schiacciato.

Asma / rinite allergica / raffreddore
Dormire tenendo sul comodino uno spicchio di aglio schiacciato (ridurre a 1/4 per i bambini).

Allergia da acaro
Dormire tenendo mezzo spicchio di aglio sul comodino.

Piccole cisti / punture di insetti / herpes / orzaiolo / infiammazione di parti molli.
Tagliare uno spicchio d’aglio e appoggiarne la parte interna sulla zona interessata per poco tempo.

Artrosi alle mani e ai piedi
Inserire in un robusto sacchetto di plastica gli spicchi di due teste di aglio, quindi schiacciare ed introdurre l’arto nel sacchetto per 50 minuti avendo cura di chiudere l’apertura con un elastico per non far evaporare l’allicina dell’aglio.

Cervicale / periartrite / sciatalgie / colpo della strega / lombaggine
Fare un impacco di aglio schiacciato (circa 20 spicchi in una garza da formare un pacchetto) e tenerlo per mezz’ora sulla parte dolente. In alternativa massaggiare la parte con olio canforato + aglio

Affezioni della pelle
Versare latte bollente su quattro spicchi di aglio tritati e lasciare riposare per 20 minuti. Quando il latte è ancora caldo, berne una tazza a stomaco vuoto 2 volte la settimana.

Foruncolosi
Bollire gli spicchi di una testa di aglio nel latte. Filtrare ed applicare il liquido ottenuto con una garza sulla parte affetta.

Tunnel carpale
Ungere la parte dolente con olio agliato e coprire la parte con pellicola per alimenti.

Insonnia
In infuso: uno spicchio d’aglio in una tazza di latte caldo

NOTE:

OLIO AGLIATO – Preparare un infuso coprendo alcuni spicchi di aglio (senza la parte verde centrale) con olio di oliva. Tenere a macerare per 8 giorni

OLIO CANFORATO + AGLIO – Preparare un infuso con una parte di aglio + 2 parti di olio canforato. Tenere a macerare per 20 giorni.

NOTA – Dopo l’applicazione pulire la parte con acqua tiepida, asciugare e spalmare con pomata PREP più volte.

Trovato interessante l’articolo? Allora scopri anche i benefici e le proprietà di carotecipolla o peperoncino.