Torcicollo e mal di collo

Il torcicollo è una problematica muscolo-articolare che coinvolge la parte alta della schiena, la zona cervicale, ma può arrivare ad interessare col dolore e la limitazione del movimento anche la zona dorsale comprese spalle e braccia.

Un dolore molto acuto con in genere una grande limitazione funzionale del movimento: la persona colpita da torcicollo fatica così molto a ruotare la testa e a inclinarla specialmente se consideriamo un lato rispetto all’altro.

Si notano così delle grosse complicanze dolorose anche nell’attività quotidiana come nel guidare, nel fare i mestieri, nel lavorare o nello svolgere attività fisiche che richiedano il movimento o il controllo del collo.

Cause del torcicollo

Il forte dolore cervicale che caratterizza il torcicollo è dovuto in genere ad una contrattura dei muscoli che governano tutto il movimento del tratto cervicale come ad esempio il trapezio superiore o lo sternocleidomastoideo, solo per citarne un paio dei più importanti.

Il collo in questi casi può essere colpito da più di una contrattura simultaneamente, spesso presenti su più di un muscolo.

Quindi anche le tensioni muscolari possono presentarsi in gruppo in molti casi limitando così più movimenti contemporaneamente, e in genere possono essere causate da diversi fattori come:

  • Mantenimento di posture scorrette, magari sul divano o sulla scrivania per un lungo periodo
  • Addormentarsi in una posizione poco consona, sia a letto come nel divano di prima
  • Eseguire un movimento brusco, improvviso, non controllato e involontario (non per forza di forte entità)
  • Aria condizionata e correnti d’aria, magari associate a una delle precedenti situazioni

Sintomi classici

Quando ci troviamo di fronte a un torcicollo è molto difficile sbagliare nel riconoscerlo.

Abbiamo infatti una serie di sintomatologie specifiche che ci permettono di distinguerlo con facilità:

  • Un forte dolore cervicale
  • Una grande rigidità muscolare e articolare
  • Presenza di tensioni e contratture muscolari
  • Difficoltà o impossibilità nei movimenti anche più semplici del collo (come girare o piegare)
  • Brachialgia con sintomi che si irradiano a livello delle braccia

Cosa non fare in caso di torcicollo

Forse la parte più importante da sapere per evitare di peggiorare la situazione dolorosa già di base non molto felice è proprio il conoscere molto bene le cose che non andrebbero fatte :

  • Niente abuso di medicinali, leggere attentamente la posologia corretta e attenersi a quella (se c’è un motivo ci sarà)
  • Evitate il mantenimento di posture e posizioni scorrette (sempre sul divano, ma anche mentre siete al computer o mentre dormite)
  • Evitate movimenti bruschi anche e specialmente nelle fasi in cui il dolore sembra scemare
  • Niente massaggi fai da te direttamente sul collo in quanto zona molto delicata e fragile
  • Niente esercizi fai da te o inventati sul momento sempre per il motivo sopracitato
  • Non fate sport anche se inizialmente, scaldandovi, potrebbe darvi un po’ di sollievo perché la zona è risulta comunque infiammata e un trauma anche piccolo potrebbe allungare molto il periodo di recupero
  • Evitate il troppo riposo perché potrebbe portarvi a una rigidità maggiore del collo

Diagnosi e cure mediche

Quando il dolore si presenta molto molto intenso e perdura per più giorni la diagnosi medica è fondamentale per scongiurare lesioni più gravi come le ernie: in quel caso infatti il lavoro sui muscoli sarebbe solo un corollario del vero intervento medico sull’ernia stessa.

In alcuni casi il dolore è molto intenso senza complicanze o lesioni particolari: il medico vi consiglierà quindi l’utilizzo di farmaci quali FANS, corticosteroidi, rilassanti muscolari o un buon trattamento fisioterapico.

Fisioterapia e rimedi per il torcicollo

Il torcicollo è un dolore molto acuto e per questo è molto utile saper cosa bisogna fare quando ci si presenta:

  • In caso di contratture muscolari è indicato un bell’impacco caldo, per sciogliere le rigidità
  • In ogni caso tenere la zona cervicale riparata con una bella sciarpa o un bel foular alla moda è sempre una buona idea
  • Controllate con attenzione il mantenimento di posture corrette durante la giornata e come durante il sonno
  • Se avete la fortuna di conoscere un massaggiatore di fiducia, anche un bel massaggio rilassante (con particolare attenzione al diaframma)
  • Rimanere a riposo, ma non troppo in quanto potrebbe favorire la rigidità
  • Il massaggio fai da te diretto sul dolore non è consigliabile, ma è possibile lavorare con la riflessologia anche in autotrattamento (ad esempio col metodo Reflessage)
  • Altrimenti è facile trovare anche un operatore di riflessologi plantare
  • Lavorare con esercizi di respirazione diaframmatica
  • Senza sentire troppo dolore è consigliabile eseguire anche alcuni altri esercizi fisioterapici semplici (stretching e mobilizzazioni ad esempio)

Per evitare recidive infine è consigliabile chiedere consiglio a un fisioterapista per una valutazione posturale seguita da un lavoro specifico sull’equilibrio muscolare del collo e di tutte le catene muscolari e fasciali, sul miglioramento della funzionalità dei recettori posturali (articolazione temporo mandibolare, oculomotricità,…), e ovviamente sulla corretta educazione posturale in tutte le fasi della giornata.

I lavori da fare per avere una muscolatura equilibrata e una postura corretta sono tanti e chiedere a un professionista è sempre la scelta migliore in ogni caso, ma a maggior ragione quando parliamo della salute del tuo collo (non penso sia una cosa piacevoleper nessuno il dolore cervicale, specialmente quando viene accompagnato anche da un mal di testa da cervicale).

Se ti è piaciuto l'articolo, metti un mi piace, grazie!

Torcicollo: rimedi, esercizi e cure migliori per il mal di collo

dr. Filippo Tartaglini

Autore degli articoli pubblicati su ioBenessere.it è laureato magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, Diplomato Massoterapista, creatore del metodo Reflessage.